L'uso sapiente delle spezie

February 17th at 12:00am
Share

In cucina viene spesso utilizzato come  insaporente delle piatanze solo il sale, dimenticando tutte le altre spezie. Tuttavia, il loro uso moderato può giovare sia alla nostra digestione che alla nostra salute in generale, poichè esse hanno particolari attività benefiche.

Vediamo quindi quali possono essere tre nuovi compagni della nostra cucina:

  • LO ZENZERO (Zingiber officinale) CURA LE INDIGESTIONI E AUMENTA LA CAPACITÀ DIGESTIVA. Può essere usato in polvere (in questa forma ha un effetto più forte) o fresco a pezzetti (che ha un effetto più dolce) durante la cottura delle verdure o dei legumi, dei quali previene il meteorismo intestinale. 
  • LA CURCUMA (Curcuma Longa) POSSIEDE SPICCATE PROPRIETÀ ANTIINFIAMMATORIE, ANTIOSSIDANTI, STIMOLANTI LA FUNZIONALITÀ EPATICA E PURIFICATRICI. Si presenta come una polvere di colore rosso-arancio che può essere utilzzata per condire le verdure cotte o all’interno della salsa di pomodoro per neutralizzarne l’acidità.
  • IL FINOCCHIO ha acquisito fama e importanza in Europa già al tempo degli antichi romani, sia come ortaggio che come pianta medicinale. Proprio i romani lo avevano chiamato foeniculum, cioè “fieno profumato”. I semi di finocchio, che vengono tutt’oggi serviti al termine della cena nei ristoranti indiani,  sono un rimedio tradizionalmente riconosciuto per calmare gli spasmi intestinali, il bruciore di stomaco e il meteorismo. Possono essere anche utilizzati per aromatizzare il pane o i dolci, oppure per preparare infusi ad azione digestiva e sgonfiante.